In diretta dalla City – Cina e Usa su posizioni inconciliabili: dollaro debole nel medio termine

Scritto il alle 09:55 da Mr Rosebud

Mercati tranquilli, ieri, per holiday in US:
– S&P +0.1%, Euro Stoxx +0.15%
– Ice Brent perde -1.33%, il Gold invece e’ di nuovo vicino ai massimi di periodo (a $1364/oz).
– Al solito, acquisti di Govies mentre il “Usd Index” ritraccia avanzando di circa il +0.50%. Eurusd cede circa -1.5% (1.3826). Usdjpy, invece, vicino ai minimi di periodo (81.85).

I TEMI DEL PERIODO RIMANGONO GLI STESSI:
 
– Il mercato del lavoro in US rimane debole: come reagiranno i policymakers in US? Che cosa si inventera’ Obama? Di che ammontare sara’
il Quantitive Easing della Fed (oramai dato per scontato)? Alcuni parlano di $1trillion altri di solo $200bio: le implicazioni sarebbero, naturalmente, ben diverse.
 
Currency war. US, anche tramite il QE, mirano ad indebolire il Usd.
Questo, sia perche’ le elezioni sono vicine sia perche’ devono trasformare la propria economia da “consumer-led” ad “export-led”. Ma gli altri paesi (sopratutto asiatici e il Brazile) non ci stanno: cercano di deprezzare le proprie valute tramite interventi FX, tasse su
foreign investments e controllo di capital flows.  
 
– E’ difficile che i tentativi di cooperazione internazionale abbiano successo.
Questo perche’ la Cina e gli US interpretano l’attuale fase di crisi in modo completamente diverso: la Cina sostiene che il “peg” Yuan-Usd e’
necessario per consentire una propria crescita “armonica”, gli US sostengono che l’origine di tutti gli “squlibri” e’ invece proprio la sottovalutazione dello Yuan. Da qui a manovre protezionistiche il passo e’ breve.
 
COSA FANNO I MERCATI?
 
La reazione al QE e’ finora stata:
a – Usd debole (anche contro Eur perche’ la BCE ha dichiarato che sta considerando una “exit strategy” dalla politica ultra-accomodante).
b – Gold ai massimi (perche’ il QE significa di fatti nuova “stampa” di carta-moneta).
c – Yields di Treasury/Bund e Gilt ai minimi.
 
Al momento l’inflazione e’ limitata ai prezzi dei “beni d’investimento” (Equity, Govies, Gold e Commodity). Ma quanto a lungo bisognera’
aspettare per avere inflazione di “beni di consumo”?
 
CHE SUCCEDERA’?
 
Nessuno puo’ ovviamente prevedere il futuro. Siccome le “view” di Cina e US sono inconciliabili e’ ragionevole pensare ad un Usd debole nel medio. Nel breve, invece, dal momento che tutti sono “short” Usd, e’ probabile il test di 1.38 di Eurusd (stamani 1month RR at 0.4% in Vols sembra anticiparlo). Per il resto Equity, Govies e Gold sembrano crescere quasi per “inerzia”.

Mr. Rosebud

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.3/10 (3 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +3 (from 3 votes)
In diretta dalla City - Cina e Usa su posizioni inconciliabili: dollaro debole nel medio termine, 8.3 out of 10 based on 3 ratings
Tags: , , ,   |
175 commenti Commenta

I commenti sono chiusi.

Ultimi articoli dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ormai è chiaro. Stiamo vivendo una fase di transizione che non porterà a breve ad un vero bear m
Ci siamo lasciati con l'indice Biotech posizionato discretamente e a distanza di due settimane lo
Dopo che la trasmissione Le Iene ha dedicato un servizio a coloro che si occupano di validare i
Il Ftse Mib muove i primi passi nella nuova settimana superando quota 23.000. Forte della presenza d
Guest post: Trading Room #279. Dopo una serie di alti e bassi confermiamo una tendenza assolutamen
 All’inizio del secolo scorso, le automobili sul cofano posteriore portavano in bella mostra eleg
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]